QUANTO E’ IMPORTANTE PER TE CONOSCERE LE DINAMICHE LEGATE ALLA TUA NASCITA!

Ti ricordi qualcosa della tua stessa nascita?

Probabilmente mi dirai di no, ma sappi che nelle tue movenze e nel tuo modo di affrontare la vita c’è moltissimo della tua nascita, anzi, stiamo tutti vivendo in base a come siamo venuti al mondo.

Il tipo di parto che insieme a nostra madre abbiamo vissuto, il modo in cui siamo stati accolti da un perfetto estraneo che per primo/a ci ha presi fra le mani (ostetrica/o infermiera/e, quasi mai si tratta della madre), il trattamento di ripulitura dopo la nascita, la possibilità di stare a contatto con la nostra mamma piuttosto che essere stati portati da lei dopo alcune ore; tutti questi aspetti, insieme al tipo di accudimento prossimale ricevuto, avranno segnato la nostra impronta e la nostra vita futura.

Sulla base delle nostre esperienze di nascita abbiamo edificato il carattere, le relazioni, le abitudini, la nostra vita professionale e soprattutto il nostro modo di essere genitori!

Il tipo di rapporto che instauriamo con i nostri bambini affonda le sue radici nelle nostre esperienze precoci e l’immagine che abbiamo di esso rispecchia in larga misura le nostre memorie regresse; se queste sono state distorte e non siamo in grado di riconoscerle, diventerà probabilmente gioco-forza trasferirle inconsciamente su di essi.

Riconoscere gli schemi di nascita che ci governano come adulti, può favorire il nostro diventare genitori ed un’approfondimento del rapporto con i nostri figli.

Sentirti pronta/o, per esempio, ad accogliere consapevolmente un pianto di memoria del tuo neonato può diventare consolatorio anche per te, mamma e papà, oltre che rassicurante per il tuo piccolo!

Possiamo parlarne e risolvere subito alcune difficoltà che ti impediscono di vivere serenamente il rapporto con il tuo bambino e con la tua famiglia.

Una terapeuta neonatale non lavora solo con i neonati, ma anche e sempre con i genitori e adulti in genere; altrimenti come faremmo a migliorare la vita dei nostri futuri campioni?

Dobbiamo tenere presente che i bambini risuonano con la loro figura di riferimento, sempre!

Sostegno Neonatale Lorena

Traldi Lorena.

Operatrice Olistica e per l’Infanzia

IL LINGUAGGIO CORPORALE DEI NEONATI

Mi sentirete spesso parlare di come il bambino sia in grado di ricordare la sua nascita e di reclamare quei passaggi che, a seguito di un parto difficoltoso, magari medicalizzato o con un cesareo, non abbia potuto attraversare o siano stati magari interrotti.

Dentro al neonato avviene una sorta di memorizzazione di quello che deve fare per nascere; i movimenti, le spinte, il girarsi a spirale ed anche tutte le eventuali difficoltà che potrebbe incontrare insieme alla mamma. La nascita è un fatto del tutto privato fra madre e figlio, perché solo ascoltandosi a vicenda, possono recuperare o integrare la loro esperienza. Purtroppo, a causa dello stress e della mancanza di sostegno per la madre, spesso questo aspetto viene sottovalutato, con dirette conseguenze sul tipo di attaccamento e sul carattere del bambino.

Quest’estate, a Bristol (UK), si è svolta una conferenza fra i maggiori esponenti internazionali nel campo emergente dell’osservazione del neonato e delle sue esperienze di nascita.
http://babyconference.co.uk/conference-talks/

Ecco l’importanza, per i genitori e per chiunque lavori con l’infanzia, di riconoscere che il neonato è un essere senziente come ogni essere umano, in grado di “ricordare” le sue esperienze già dal concepimento, che ha bisogno di essere riconosciuto in questo e che si aspetta un aiuto per integrarsi con i suoi simili e nelle relazioni.

Mi sono molto impegnata nel creare collaborazioni con asili nido e personale medico per la diffusione di queste conoscenze , attraverso presentazioni, webinar e dirette online, sugli argomenti della sfera neonatale, in diverse parti del Nord Italia.

Partiranno a breve degli incontri in Sicilia. Vi terrò informati

Un caro saluto

Lorena Traldi – Terapeuta Neonatale

Traldi Lorena.

Operatrice Olistica e per l’Infanzia

lorenatraldi@gmail.com

“Le nostre esperienze precoci influenzano ogni nostro atteggiamento istintivo e senza rendercene conto vi facciamo affidamento, per edificare la nostra vita.”

Bellissimo articolo di Lorena Traldi ,Terapeuta Neonatale e Operatrice Olistica certificata. Buona lettura 

QUANTO E COME INFLUISCE LA NOSTRA NASCITA SULLA NOSTRA VITA DA ADULTI

INTRODUZIONE AL VIAGGIO CHE MODELLA LA VITA: LA NASCITA

Eccomi qui per te; ti chiederai perché sono qui a parlarti della nascita, e perché mai dovresti leggere ciò che sto scrivendo.

In realtà, caro lettore, io sono l’esempio classico di come la mia stessa gestazione, nascita e accudimento prossimale, abbiano influenzato la mia vita da adulta; per questo motivo so quanto sia difficile a volte far emergere il nostro vero e autentico potenziale, so perché alcune parti del corpo sembra che non vogliano seguirci nei nostri progetti e so anche perché spesso i nostri progetti vanno a farsi friggere!

Passo per passo voglio raccontartela, la mia storia, perché potrebbe essere anche la tua storia.

Proprio a seguito delle mie esperienze precoci ho deciso di dedicarmi ai neonati, ai loro genitori e agli adulti in genere, cercando di portare consapevolezza nell’ascolto del nostro corpo e delle nostre sensazioni, di quanto tutto ciò che ci accade in origine possa modellare la nostra vita facendoci credere che siamo fatti così come siamo e basta. Invece no, noi siamo molto altro e spesso non abbiamo nulla a che fare con ciò che ci sembra invece così scontato!

Devo precisarti, caro lettore, che per dedicarmi a te e sostenerti in questa esplorazione così personale di te stesso (e ammesso che tu abbia voglia di farlo), ho seguito io per prima un percorso formativo ed esplorativo di me stessa, chiarendomi per bene perché fossi così infallibile nel capitare sempre negli stessi schemi di vita, che peraltro non portavano mai a nulla di buono. Dedicandomi a me stessa e all’esplorazione delle mie esperienze precoci mi resi conto che quegli schemi mi hanno sempre salvato dalla deriva, ma erano solo un mero tentativo di tamponare un grande vuoto lasciato dall’ignoranza di mia madre, impegnata anch’essa a difendersi dalle sue stesse paure, che mi ha trasferito inconsapevolmente e che mi inducevano ad avere pensieri autolimitanti.

Le nostre esperienze precoci influenzano ogni nostro atteggiamento istintivo e senza rendercene conto vi facciamo affidamento, per edificare la nostra vita.

In base a come siamo venuti al mondo e alle fatiche che abbiamo dovuto affrontare, al tipo di parto che ci hanno consentito di avere e ai toni emozionali che ci hanno accompagnato, noi rimettiamo in scena da subito dopo la nascita tutte le nostre esperienze, aspettandoci di essere visti, riconosciuti, identificati come esseri umani in grado di fare esperienza di tutto e come tali, con il bisogno di poterle raccontare di fronte ad un ascolto empatico.

Istintivamente e senza ragionarci sopra (come un neonato, appunto) ci aspettiamo di essere sostenuti nell’integrazione di ogni nostra esperienza perché ne abbiamo bisogno per costruire la nostra identità e ci aspettiamo di essere accettati in modo incondizionato, altrimenti la vita stessa si ribella e grida a gran voce (come un neonato, appunto, e tanto ci sarebbe da dire sui pianti inconsolabili di un neonato!).

La nostra capacità di adulti di vivere la nostra vita in modo incondizionato e libero da preconcetti inizia proprio da embrioni, quando la madre che porta in grembo il suo bambino lo accoglie in maniera incondizionata e libera da aspettative.
Quando la madre può sentire dentro di sé la libertà e la gioiosa responsabilità di crescere e dare vita ad una altra vita, che non le appartiene ma che dipende totalmente da lei per potersi esprimere, sta donando al suo bambino due strumenti fondamentali per orientarsi nel mondo: la fiducia e la resilienza!

Della fiducia e della resilienza, questi due strumenti così importanti per il nostro equilibrio psicofisico, ma prima ancora per il feto e poi per il neonato, parleremo in modo più approfondito nella prossima puntata.

Vi sto proponendo un viaggio fantastico e sorprendente!!!

Lorena Traldi
https://www.facebook.com/lorenaneonatale/?ref=page_internal

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: