Liquor…lo scorrere della Vita

Uno dei 5 principi di Sutherland è :

“LA FLUTTUAZIONE INTRINSECA DEL LIQUIDO CEREBRO-SPINALE”

Egli si riferisce al suo movimento lungo il corpo come una marea, contenuta all’interno delle membrane che circondano il sistema nervoso centrale.

Il liquor è un fluido trasparente, leggermente giallognolo, prodotto da un processo di filtrazione e secrezione. Detto processo avviene all’interno di tessuti specializzati, detti “plessi corioidei”. Si tratta di agglomerati di vasi sanguigni situati nelle cavità ripiene di fluido, i ventricoli.

I plessi filtrano il sangue che affluisce al cervello, aggiungendo certe sostanze come il magnesio e il cloruro mentre il potassio e il calcio vengono eliminati.

Inoltre i plessi corioidei filtrano tutte le sostanze nocive che possono essere trasportate nel sangue. Quindi la composizione chimica del liquor è diversa da quella del sangue, per mantenere il delicato equilibrio del sistema nervoso centrale, che bagna.

Nelle cavità cerebrali e nel canale spinale sono contenuti circa 150 ml di liquor e il suo volume viene sostituito (quindi prodotto e riassorbito) ogni 3 – 4 ore.

Prima di essere riassorbito nel flusso sanguigno, il liquor circola intorno al sistema nervoso centrale. Il riassorbimento avviene attraverso piccole sporgenze – i villi aracnoidei – che si trovano nei canali di drenaggio della testa, detti seni venosi. Il sistema dei seni venosi si collega alle vene, che ritrasportano il liquor riassorbito al cuore insieme al sangue deossigenato. Ma un tracciato radioattivo ha indicato anche che piccole quantità di liquor fuoriescono dalla colonna spinale attraverso le guaine di tessuto connettivo che circondano i nervi spinali. Così il liquido può passare nel resto del corpo.

Le funzioni vitali che vengono gestite dal sistema nervoso centrale dipendono dal corretto rifornimento di questo liquido.

Oltre cent’anni fa, il dottor A.T. Still, fondatore dell’osteopatia vi prestò particolare attenzione: ” Il liquido cerebro – spinale è il più nobile elemento conosciuto contenuto nel corpo umano e se il cervello non fornisce abbondantemente questo liquido, il corpo rimane in una condizione di invalidità “.

Secondo Sutherland, allievo di Still, la fluttuazione intrinseca è data dalla “Forza Vitale” contenuta in questo liquido. Per questo lo considerò la “scintilla del motore” che muove il sistema craniosacrale.

Quindi il suo scorrere liberamente è un fattore fondamentale per la salute.

 

Il Respiro della Vita ci alimenta in qualsiasi momento…

Facciamo parte di una vita in continuo movimento e siamo noi stessi in continuo movimento. Pertanto la nostra vitalità va sempre sostenuta. Questo sostenimento viene dato dal Respiro della Vita, dalla Respirazione Primaria.
Primaria perchè è la scintilla dalla quale parte la nostra vita ed è alla base della stessa.
La prima scintilla “accende” il concepimento, fornendo al futuro embrione la forza per il suo sviluppo. Proprio per questo dopo l’unione tra ovulo e spermatozoo tutto si ferma; cioè quella prima fiammella accumulerà in questo intervallo di quiete altra potenza per lo sviluppo di questa nuova vita.
Naturalmente prima della nascita, che avverrà dopo mesi,questo nuovo essere crescerà attraversando varie fasi.
Una di queste fasi sarà la formazione del cuore e il suo pulsare. Questo è un momento di ulteriore crescita che abbisogna di maggiore potenza. Anche l’accensione di questa ulteriore scintilla avverrà grazie alla respirazione primaria.
Fino ad arrivare alla nascita, momento in cui il neonato esce da un ambiente liquido e protetto per entrare in un ambiente molto diverso. Andrà incontro ad un processo di individuazione e di confronto con altri individui. E vi sarà infatti la separazione dal cordone ombelicale della mamma. Nell’ombelico vi sarà
ancora una volta un ulteriore accensione per ricevere ulteriore potenza e vitalità per i futuri processi vitali.
I processi vitali sono continui nel nostro organismo, ma ci sono delle trasformazioni molto importanti che riguardano anche lo sviluppo della personalità. Per cui è vero che il respiro della vita fornisce continuamente energia per la nostra generale vitalità, ma in queste trasformazioni si accresce la potenza fornita.
Ecco perchè ci sono della parti del corpo che “pulsano di vitalità” più di altre. Sono dei fulcri importanti :
– il terzo ventricolo cerebrale,luogo della prima accensione del concepimento, dove vi è il fulcro del sistema nervoso centrale;
– il cuore,che pulsa il sangue circolante, altra essenza del nostro vivere;
– l’ombelico, il centro del nostro corpo, che è stato il mezzo di comunicazione con la mamma prima di nascere.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: