Medicina Tradizionale Thailandese – il massaggio

Nuad Bo Rarn (massaggio thailandese)

Sono parte integrante della medicina tradizionale thailandese :

– Le cure della persona, secondo la visione olistica, con l’impiego di prodotti a base di erbe officinali secondo la tradizione tramandata oralmente nel tempo;

– Il Nuad Bo Rarn, un trattamento manuale al fine di promuovere il benessere ed il rilassamento, nonché alleviare efficacemente i disturbi e i dolori;

– il Ruesri Dat Ton o esercizi di stretching (Yoga Thai), usati per preservare o migliorare la salute.

Il massaggio thailandese o thai massage (come viene altresì chiamato il nuad bo rarn) indica l’insieme di quei trattamenti il cui lavoro è eseguito lungo precise linee energetiche dette “Sen”, con la finalità di bilanciare, quindi riequilibrare il sistema energetico del nostro corpo.

I thailandesi attribuiscono la nascita del massaggio al dottor Shivago, amico personale e discepolo del Buddha, ancora oggi venerato in tutta la Thailandia.

Le Sen sono linee energetiche che attraversano il nostro corpo. Si tratta di milioni di piccolissimi “canali” d’acqua ionizzata dove passano informazioni tramite le quali le cellule comunicano fra loro. Pertanto meglio scorre l’acqua, meglio avviene questa comunicazione. Ciò è fondamentale per l’omeostasi,cioè la nostra capacità di mantenere un equilibrio interno, nonchè esterno (il nostro comportamento), al variare di condizioni esterne o interne.

Col passare del tempo sono stati creati vari stili di massaggio:

– lo stile del Nord: utilizza principalmente manovre di allungamento e posizioni di yoga, pur essendo presenti, naturalmente, le pressioni lungo le linee energetiche. Fa riferimento alla città di Chiang Mai

– lo stile del Sud : invece utilizza maggiormente le pressioni lungo le Sen, integrando con manovre di allungamento. Fa riferimento alla città di Bangkok

– Il Lanna style: sono tecniche di antichissime tradizioni rurali, che utilizzano piccoli attrezzi in leg no,foglie,corna e denti di animali, abbinati allo stile del Nord. Fa riferiemento alle province del Nord.

Il principio rimane quello di trattare il corpo ed ll suo sistema energetico.

Le pressioni hanno l’effetto di far respirare il corpo in ogni parte. Il premere e rilasciare assomiglia ad una respirazione (contrazione e ampliamento). Gli allungamenti portano una distensione di tutte le strutture . E’ un effetto di apertura nei vari punti di accesso del corpo: sopra e sotto,destra e sinistra,dietro e avanti. Ciò perchè il trattamento tratta il corpo in generale. Il massaggio crea un complessivo abbraccio che apre e fa respirare meglio l’intera persona.

Salvatore Di Mattia

La volta craniale – le ossa parietali

Le ossa parietali sono strutture pari che costituiscono gran parte della volta craniale.

Ciascun osso parietale si articola:

– medialmente con l’osso gemello,tramite la sutura sagittale;

– anteriormente con ossa frontale e sfenoide;

– lateralmente con osso temporale;

– posteriormente con osso occipitale.

Quindi il suo movimento influenza il movimento delle ossa vicine e ne è influenzato.

Facendo un viaggio all’interno dell’encefalo:

– sotto la sutura sagittale decorre il seno sagittale superiore;

– ancor più internamente troviamo la falce cerebrale (dura madre);

– ai lati della falce ci sono i 2 emisferi cerebrali,nello specifico i lobi parietali.

Il seno sagittale superiore contribuisce al ritorno del sangue venoso nel circolo ematico e,quindi, del liquor stesso tramite le granulazioni del Pacchioni,che derivano dall’aracnoide; queste ultime portano il liquor “da ripulire” nel seno e da qui andrà nel circolo ematico. Il “liquor” è un liquido che protegge il tessuto nervoso,lo nutre e ne raccoglie gli scarti metabolici.

La falce cerebrale divide i 2 emisferi cerebrali, ed è un tessuto connettivo che partecipa al movimento dell’intero sistema “cranio-sacro”.

I lobi parietali hanno loro funzioni specifiche. Per esempio la corteccia somestesica primaria, che sovrintende alla sensibilità tattile,di pressione e dolore del corpo si trova in questo lobo. Qui si trova anche la nostra propriocezione, cioè la percezione di come sta il nostro corpo, anche interno: postura,organi ,muscoli..

Il movimento non fisiologico di queste ossa può portare: ad un drenaggio insufficiente del sangue del cervello, ad una pressione eccessiva intracranica,a condizionare il movimento delle altre ossa craniche,per esempio.

Abbiamo fatto questo breve e affascinante viaggio tra le ossa parietali e ciò che ad esse è collegato, ma non dimentichiamo che il corpo è un’Unità nella quale ogni parte collabora con il resto. Ciò riguarda anche le ossa parietali.

L’operatore craniosacrale “ascolta” questa parte del cranio ma la sua visione, il suo “sentire”,deve andare oltre, cioé all’intero corpo.

Quindi ascoltiamo le ossa parietali, ma il loro “stress” può dipendere anche da zone lontane ,che andremo altresì ad ascoltare con la quiete che possiamo trasmettere.

Fondamenenti di quest’arte, secondo Rollin Becker (allievo di W.G. Sutherland),sono :

– cercare

– rilassare

– riorganizzare

L’ascolto ci porta a trovare le parti dove non vi è un ritmo fisiologico, la quiete trasmessa col contatto permetterà al corpo di riorganizzarsi secondo i suoi ritmi (bio – dinamici).

Prima del contatto di ascolto, vi è la creazione di un campo di relazione: l’operatore inizia ad ascoltare sé stesso, la sua quiete, i suoi ritmi. Solo dopo questa prima fase si orienta verso il ricevente, il quale si affida a questa relazione e alla quiete. Dopo la saggezza corporea si riorganizzerà.

Salvatore Di Mattia

YOGA THAILANDESE

Giorno 24 ottobre 2018 terrò una lezione prova presso la Hathor Academy , via Salvati 97 – Caltanissetta., dalle 18.30 alle 19.30

Durante la lezione saranno svolte le seguenti pratiche:

– meditazione breve, per darsi il tempo di fermarsi e ascoltarsi;
– pratiche preparatorie affinché mentalmente e fisicamente ci si prepari ad effettuare le posture dello yoga thai;
– posture dello yoga, per un piacevole distensione dei tessuti corporei e apertura delle articolazioni;
– rilassamento finale.

Questa lezione vuole trasmettere il principio teorico – pratico del fermarsi e rilassarsi come modo di prendersi cura di sé stessi. Certamente un modo per vivere meglio tra attività giornaliera e giusta pausa.

 

Per informazioni:
Hathor Academy – 393 / 0942571 – 0934 / 27549

Presenza

Nel trattamento craniosacrale biodinamico è importante la creazione di un luogo sicuro,accogliente nel quale si percepisca sicurezza.

Questo è il fondamentale compito dell’operatore affinché il ricevente si senta “a casa sua” durante il trattamento.

Pertanto più l’operatore stabilisce una buona presenza, più influirà sulla percezione della sicurezza del ricevente.

Presenza significa che l’operatore è in quel posto ed in quel momento separato da condizionamenti che lo renderebbero assente (bisogni, paure, pensieri vari). Più il ricevente si sente a suo agio, accolto, supportato dalla presenza dell’operatore, più si affida. Questo affidarsi lo rende libero di lasciare andare, a sua volta, i condizionamenti a cui la sua personalità ed il suo corpo si sono adattati.

Dato che il corpo evidenzia i condizionamenti con posture errate (a causa di tensioni varie) o  patologie varie, il lasciare andare comporta una ri-apertura corporea e un ri-fluire fisiologico dei liquidi corporei. E se i liquidi circolano bene i tessuti sono in buona salute (ben nutriti e ben ripuliti)

Antico Massaggio Thailandese

L’ Antico massaggio thailandese vanta tradizioni millenarie.

Il corpo è percorso dai Sen, nei quali scorre energia che nutre ogni parte di noi. Pertanto si tende a rendere questi canali liberi, sia effettuando pressioni sia con manovre su muscoli.

Quando scrivo pressioni, intendo riferirmi all’uso di dita, mani, gomiti.

Le pressioni vengono integrate da manovre sui muscoli – allungamenti, torsioni, leve – che muovono e aprono tessuti  e articolazioni.

Tutto questo lavoro porterà: alleviamento tensioni muscolari, miglior circolazione sanguigna,linfatica, e fluidi in generale.

Quindi se considerate che l’energia circolerà meglio , che i liquidi fluiranno liberamente, capite che il corpo verrà nutrito bene.

LA PERSONA DIVERRA’ MOLTO RILASSATA DOPO UN ORA DI QUESTO TRATTAMENTO

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: